MMC

Spostare i carichi può sembrare semplice ed esente da rischi, ma se non si applicano procedure corrette possono insorgere sia disturbi dovuti alla graduale usura dell'apparato muscoloscheletrico, sia traumi acuti come ferite o fratture. I rischi della movimentazione dei carichi non sono infatti relativi solo a danni alla colonna vertebrale, alle articolazioni o alla muscolatura, ma anche a semplici schiacciamenti delle mani, a urti durante lo spostamento di un peso, a cadute del carico o di chi è addetto al trasporto. Il Decreto legislativo 81 del 2008 dedica al tema della movimentazione manuale di carichi una sezione specifica , dove la movimentazione è definita come l’operazione di trasporto o di sostegno di un carico ad opera di uno o più lavoratori, comprese le azioni del sollevare, deporre, spingere, tirare, portare o spostare un carico. Operazioni che – continua il decreto - per le loro caratteristiche o in conseguenza di altre condizioni, possono comportare rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico, in particolare dorso-lombari.