LAVORATORI ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO

Richiedi Informazioni

Contattaci

Tags

Corsi sulla Sicurezza

LAVORATORI ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO

Il D. Lgs. 81/2008 o il Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388, Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale - conferisce al Primo Soccorso un ruolo molto importante nel sistema aziendale di gestione della salute e sicurezza e obbliga in particolare i datori di lavoro a designare e formare gli Addetti al Primo Soccorso e a organizzare un idoneo piano di emergenza.

PROGRAMMA DEL CORSO

PRIMO SOCCORSO GRUPPO B-C 12 ORE

MODULO 1  (4 ORE)      

  1. Allertare il sistema di soccorso.
  • Cause e circostanze dell'infortunio (luogo dell'infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, etc.);
  • Comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza.
  1. Riconoscere un'emergenza sanitaria.
  • Scena dell'infortunio:
  • Raccolta delle informazioni;
  • Previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.
  • Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:  funzioni vitali (polso, pressione, respiro),  stato di coscienza, ipotermia ed ipertermia.
  • Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell'apparato cardiovascolare e respiratorio.
  • Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.
  1. Attuare gli interventi di primo soccorso.
  • sostenimento delle funzioni vitali: stato di coscienza;
  • posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;
  • respirazione artificiale;
  • massaggio cardiaco esterno.
  • riconoscimento e limiti d’intervento di Primo Soccorso: lipotimia, sincope, shock, edema polmonare acuto, crisi asmatica, dolore acuto stenocardico, reazioni allergiche, crisi convulsive, emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico.
  1. Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta.

MODULO 2 (4 ORE)

  1. Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro.
  • cenni di anatomia dello scheletro: lussazioni, fratture e complicanze, traumi e lesioni cranio encefalici e della colonna vertebrale, traumi e lesioni toracico-addominali.
  1. Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro.
  • lesioni da freddo e da calore;
  • lesioni da corrente elettrica;
  • lesioni da agenti chimici;
  • intossicazioni;
  • ferite lacero contuse;
  • emorragie esterne.

 

MODULO 3 (4 ORE)

  1. Acquisire capacità di intervento pratico.
  • principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.;
  • principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute;
  • principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta;
  • principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare;
  • principali tecniche di tamponamento emorragico;
  • principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
  • principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.              

 

PRIMO SOCCORSO GRUPPO A 16 ORE

MODULO 1  (6 ORE)      

  1. Allertare il sistema di soccorso: 
  • cause e circostanze dell'infortunio (luogo dell'infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, etc.);
  • comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza.
  1. Riconoscere un'emergenza sanitaria.  

Scena dell'infortunio:

  • raccolta delle informazioni;
  • previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.

Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:

  • funzioni vitali (polso, pressione, respiro)
  • stato di coscienza;
  • ipotermia ed ipertermia.
  • Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell'apparato cardiovascolare e respiratorio.
  • Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.
  1. Attuare gli interventi di primo soccorso. 

Sostenimento delle funzioni vitali:

  • stato di coscienza;
  • posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;
  • respirazione artificiale;
  • massaggio cardiaco esterno.

Riconoscimento e limiti d’intervento di Primo Soccorso:

  • lipotimia, sincope, shock;
  • edema polmonare acuto;
  • crisi asmatica;
  • dolore acuto stenocardico;
  • reazioni allergiche;
  • crisi convulsive;
  • emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico.
  • informazioni sull'uso del defibrillatore: dimostrazione pratica dell'utilizzo del defibrillatore (addestramento).
  1. Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta.
  • MODULO 2 (4 ORE)      
  1. Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro. 
  • cenni di anatomia dello scheletro;
  • lussazioni, fratture e complicanze;
  • traumi e lesioni cranio encefalici e della colonna vertebrale;
  • traumi e lesioni toracico addominali.
  1. Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro. 
  • lesioni da freddo e da calore;
  • lesioni da corrente elettrica;
  • lesioni da agenti chimici;
  • intossicazioni;
  • ferite lacero contuse;
  • emorragie esterne.
  • MODULO 3  (6 ORE)      
  1. Acquisire capacità di intervento pratico.
  • principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.;
  • principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute;
  • principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta;
  • principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare;
  • principali tecniche di tamponamento emorragico;
  • principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
  • principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.